Browsing Category

Contorni

Contorni, Gli Appetizer, Senza categoria

VOGLIA DI ZUCCA.

29 aprile 2014

Zucca arrosto.

Aromatizzata al rosmarino e irrorata di olio buono.
Questa mattina mi sono svegliata così.
Fuori dalla finestra una giornata grigia,piove ancora,ma almeno non più così forte come ieri sera.
Strana la primavera,eh? 
Un giorno sembra agosto e un altro novembre.
E in effetti,la voglia di zucca arrosto è più consona ad una giornata uggiosa,fredda e umida.
Appunto.
Fuori non è mica tanto diverso…manca solo la nebbia e poi sarebbe una perfetta riproduzione di una giornata autunnale.
Eppure anche se piove,l’aria ha quello strano non so ché,sembra più tiepida. Gli uccellini cinguettano incuranti del grigiore e i fiori sbocciati in questi giorni sono ancora lì.
Punti di colore in mezzo a prati verdi.
Non si può…proprio non si può comperare la zucca a fine aprile.
Nonostante immaginiate già il suo sapore e vi state sognando di fare la scarpetta con il pane nella teglia di cottura.
Dove c’è il più buono…
Nonostante faccia bella mostra di se anche sui banchi del fruttivendolo,sia color mattone e rotonda,matura al punto giusto.
Nonostante l’idea geniale per le fotografie.
No.
Devo resistere.
La stagionalità al primo posto.
Siamo oramai a maggio!
E’ tempo di asparagi,carciofi,cavoli…
Io ho già iniziato la produzione dei carciofini sott’olio,i miei.
Quest’anno ne voglio preparare tanti vasetti e sono solo a due.
Comunque,ritornando alla zucca…dovrò tenermi la voglia fino all’autunno; perché io la zucca a maggio non la compro.
Quindi,mi dispiace per mio marito,ma anche stasera si mangiano asparagi…


“La terra vi concede generosamente i suoi frutti,
e non saranno scarsi se solo saprete riempirvi le mani”.


tratto dal Profeta
K. Gibran















VOLEVO ESSERE UNA ZUCCA : 

Frittatine di asparagi e salsiccia



ingredienti : per 2 persone

1 mazzetto asparagina selvatica
2 salsicce 
1/2 cipolla
15 gr di burro
3 uova
4 cucchiai di parmigiano grattato
2 cucchiaio di pecorino grattato
olio evo
sale 
pepe


Lavate e mondate gli asparagi e tritateli grossolanamente.
Mondate e tritate anche la cipolla.
Ungete appena il fondo di una casseruola e fate soffriggere la cipolla dolcemente. Quando cambierà colore e diventerà più tenera  aggiungete la salsiccia privata della pelle e con un mestolo in legno mescolate bene per sgranarla.
Fate sigillare bene la salsiccia,salate (poco)e poi unite gli asparagi. Fate cuocere per 10 minuti circa,fino a quando la salsiccia sarà bella colorita e gli asparagi diventeranno teneri.
In una ciotola sbattete le uova con sale e pepe,unite i formaggi grattati (tenetene da parte un cucchiaio)e un filo d’olio.
Mescolate bene e aggiungete la salsiccia con gli asparagi.
Amalgamate bene tutti gli ingredienti con una forchetta e versate un mestolo di composto nei pirottini da crostatine precedentemente imburrati. (Io ho utilizzato quelli usa e getta).
Adagiate al centro delle vostre frittatine un ricciolino di burro e spolverate con il resto del parmigiano e pecorino.
Cuocete in forno già caldo a 190° per 30 minuti circa.
La superficie deve risultare dorata e croccante.
Buon appettito!




Contorni, Senza categoria

A MIA NONNA

10 ottobre 2013

Classe 1929.
84 anni e non sentirli.
Più o meno,perchè la cara vecchietta dopo una rovinosa caduta risalente a 11 mesi fa in cui si è rotta una vertebra,ora lamenta qualche dolorino alla schiena.
Ho cercato di farle capire che gli anni passano per tutti e non è che lei ringiovanisce come se avesse fatto un patto con il quadro come Dorian Grey. Ma che vi devo dire?
Lei guarda la televisione e trova tutti i vari attori,presentatori,showgirl invecchiati. 
Tutti tranne lei.
Lei è ancora quella bella ragazza castana,magra come un chiodo,sempre elegante e con unico vezzo il rossetto rosso.
Vezzo che poi con gli anni ha perso per dedicarsi ad un low profile in cui anche prendere il carrello al supermercato è da snob. Ve la vedete la mia vecchina,girovagare per le corsie del minimarket affianco a casa,carica di pacchetti tra le braccia??
Scene di ordinaria follia,anche perchè non è che fa la spesa giornaliera…nella sua dispensa potete trovare riserve a volontà. Io se finisco l’olio alle 9.00 di sera,so che da lei ce ne sono sicuramente 3/4 bottiglie diverse. Doppioni di ogni cibo da lei consumato. Bottiglie di vino che ormai sono invecchiate assieme lei. Pasta a volontà e ogni genere di sott’oli.
Perfettamente in ordine,tutti quei vasetti e lattine impilate come soldatini. Ecco dove ho preso la mania!
Il mio frigorifero sembra un esercito sull’attenti.
Ricordo quando da bambina mi proibiva di aprire e frugare nei suoi cassetti…Io credevo ci tenesse nascosto chissà che genere di tesori.
Ho scoperto solo dopo la vera motivazione :
Odia il disordine.
E tutto quanto è innovativo o nuovo per lei.
Oggi per convincerla ad utilizzare un cordless al posto del telefono fisso,ci sono voluti 45 minuti di spiegazioni,convincimenti,implorazioni e via via.
Stremata le ho disegnato i pulsanti del malefico telefono su un foglio per farla allenare mentre aspetta quello vero. Ma si potrà,dico io????
Provate a discutere voi con una che si crede di mentalità aperta ma :
Guarda le foto della Thailandia o di qualsiasi altro paradiso terreste e se esce con un “si vive bene solo a Rimini”.
Si avventura più in là del suo borgo solo per andare a trovare le sorelle e il dottore. 
E solo se mia madre è con lei.

Accetta i miei tatuaggi ma solo perchè tra i tanti due sono dedicati a lei.
Odia la modernità,non si capacità di come una scatoletta nera possa telefonare,suonare musica e andare su internet. Che poi cosa sarà questo internet?? 
Non parliamo poi di un blog o blob come dice lei,sono mesi che tento di spiegarglielo ma ormai ho perso le speranze.

Anche perchè secondo lei cucino che cib mudérn,tradotto : quei cibi moderni,che a lei non piacciono.
Per lei anche lo yogurt fa parte di quei cibi strani che sono sicuramente di un gusto tremendo e per questo lei non li assaggerà mai. (E detto da una che ho visto con i miei occhi mangiare la lingua cruda del coniglio che stava cucinando…)
Storce il naso mentre le faccio vedere le foto delle mie ricette,ma poi mi guarda con gli occhi luccicanti e fieri e mi dice che sono diventata proprio brava.
E io mi sciolgo.
Allora questo piatto lo dedico a te,cara nonna.



















AL CONTADIN NON FAR SAPERE…scrigno di speck,pere e gorgonzola fuso


ingredienti : per 2 persone


5/6 pere angelica
200 gr di speck tagliato sottile
150 gr di gorgonzola



Quando acquistate le pere abbiate cura di sceglierle già mature,altrimenti rimarranno troppo toste.
Lavatele,pelatele e tagliatele in 4.
Eliminate i semi e rivestite ogni spicchio di pera con una fettina di speck,ricoprendolo interamente. 
Adagiate in una terrina di ceramica senza alcun condimento e ricoprite con il gorgonzola tagliato a dadini.
Fate cuocere in forno caldo a 200° per 15/20 minuti,modalità ventilato. Gli ultimi 3 minuti utilizzate la modalità grill così lo speck diventerà croccante e il gorgonzola si fonderà meglio!
E’ un piatto semplice e veloce ma di sicuro successo.
Ottimo come antipasto o come contorno,da leccarsi i baffi…











Contorni, Senza categoria

LA REGINA DEGLI ANELLI

21 maggio 2013

Si dice che il sogno di ogni donna sia quello di avere l’anello al dito…ma secondo me sarebbe più corretto dire che…
Qualche donna sogna di avere l’anello al dito.
Siamo donne moderne e non diamo più così importanza al matrimonio.
O no?
Donne in carriera,donne single per scelta,donne che rincorrono per anni un uomo che di farsi accalappiare proprio non vuol saperne.
E donne come me,sposate si ma che di anelli non vogliono sentirne parlare…casi rari eh,ma esistono eccome! Oppure no? Aiuto,non mi direte che sono l’unica?
Comunque,stanotte proprio non mi riusciva di dormire,la stanza al buio rischiarata solo dalla televisione.
In onda il film Sex and the City (gridolini d’obbligo).
Chiaro che anche io sono una seguace della serie…però devo ammettere di essere rimasta delusa del primo film sia quando lo vidi al tempo che questa notte.
Sinceramente,avevo il volume al minimo ma il filo del discorso era chiaro e ormai trito e ritrito.
Carrie e Big. Big e Carrie.
Beh,devo dire che lei incarna tutti i punti qui sopra : IN CARRIERA,SINGLE E ALLA CONTINUA RICERCA DELLA CAPITOLAZIONE DI UN UOMO.
Spero che abbiate già visto il film perché tra poche righe svelerò il finale.
Quindi,SE NON AVETE ANCORA VISTO IL FILM SEX AND THE CITY 1 SALTATE LE PROSSIME RIGHE E ANDATE DIRETTAMENTE ALLA RICETTA.
Alla fine Carrie riesce nel suo intento (detta così suona brutta,ma non potevo riassumere in poche righe anni di serie tv,capite?!?) e si sposa il suo Big,o John,come meglio credete.
Pochi fronzoli (ma vogliamo parlare delle scarpe di Carrie? belle all’inverosimile),solo gli sposi davanti al funzionario.
Ora perdonerete se non ricordo se ci sia stato lo scambio degli anelli,probabilmente mi ero assopita,comunque al mio risveglio Carrie e Big erano sposati ed erano festeggiati dalle altre tre amiche (Samanta,Miranda e Charlotte of course) chiamate in segreto dallo sposo.
Ma allora,se li saranno scambiati gli anelli oppure no?
Magari da buoni americani,in mancanza d’altro,si sono mangiati un hamburger e si sono scambiati un anello di cipolla…
Ecco questi sono gli unici anelli che mi piacciono…poco romantico? Asseggiatene uno,poi ne riparliamo.



CON QUEST’ANELLO IO TI SPOSO : ONION RING


ingredienti : (per circa 15 anelli)

1 grossa cipolla rossa di Tropea
100 gr di farina
200 ml di birra
1 cucchiaio di olio evo
1 uovo
sale
olio per fritti





Preparate una ciotola con acqua fredda,pelate le cipolle e tagliatele a rondelle.
Facendo attenzione a non rompere gli anelli,separateli uno ad uno e immergeteli nell’acqua.
Lasciateli a mollo per un’ora circa (in questo modo farete perdere il forte alla cipolla).
Intanto preparate una altra ciotola,setacciatevi la farina,unite un pizzico di sale e l’uovo. Mescolate con una frusta e aggiungete a filo la birra.
Quando avrete ottenuto una pastella mediamente densa,ricoprite con della pellicola e fate raffreddare in frigo 30 minuti.
Scolate gli anelli di cipolla dall’acqua e posizionateli sopra un canovaccio pulito per farli asciugare dall’acqua in eccesso.
Mettete a scaldare l’olio in una casseruola e aspettate che giunga a temperatura.
Togliete la ciotola con la pastella dal frigo, e immergete gli anelli uno alla volta,pescateli con una forchetta,fate scolare l’eccesso di pastella e tuffateli nell’olio.
Non cuocetene troppi per volta,devono stare belli comodi.
Una volta che saranno belli dorati,con l’aiuto di una pinza,toglieteli dall’olio e adagiateli su un vassoio ricoperto di carta assorbente,salate e gustate caldi.
Come direbbe Homer,DOH!



Contorni, Senza categoria

SOLE E NUVOLE

3 aprile 2013

Oggi è spuntato un timido sole e ho deciso di fare un giro in città. 
L’aria è ancora un pò freddina per i miei gusti,ma mi voglio gustare questo briciolo di sole,che non si sa quanto durerà.
Tra i banchi del mercato vedo facce sorridenti,riscaldate dal tepore tanto atteso.
La verdura fa sfoggio di sé,lucida e brillante.
Abitini troppo leggeri svolazzano dagli appendini.
Una speranza…che arrivi presto il caldo.
Grigie nubi avanzano minacciose,rabbrividisco e metto le mani in tasca a cercare un pò di tepore.
Mi sa che dovremo ancora aspettare…
Allora mi godo gli ultimi strascichi di questo inverno uggioso e compro i funghi,sodi e bianchissimi.
So già come li cucinerò…
Ripieni e in due versioni…




Un ringraziamento speciale va a Chiara,del blog ” La voglia matta” per aver parlato di me nella sua rubrica Blogs Got Talent…e a tutti i suoi lettori che oggi hanno trovato 5 minuti e sono passati dal mio blog!
Grazie a tutti di cuore!
























































GEMELLI DIVERSI



ingredienti : 


4 champignon belli sostanziosi
1 salsiccia
1 fetta di lardo di Colonnata
6 cucchiai di pangrattato 
1 fetta di Brie
prezzemolo fresco
olio evo 
sale e pepe


Pulite gli champignon. Private le teste dai gambi. Spelate i gambi e tagliateli a dadini. Fateli cuocere con un filo di olio,salate (poco) e pepate e aggiungete del prezzemolo tritato.
In un pentolino fate rosolare la salsiccia finchè diventerà dorata. Nel frattempo tritate il lardo e tagliate a pezzettini il Brie. Ora formate due diversi composti,unite il lardo a 3 cucchiai di pangrattato,qualche pezzettino di Brie,la metà dei gambi cotti e un filo di olio. Per il secondo composto fate la stessa cosa ma usate la salsiccia al posto del lardo.
Riempite le teste dei funghi,due per tipo. Pressate leggermente e adagiate in una teglia foderata con carta forno.
Irrorate con un filo di olio e fate cuocere a 180° in forno già caldo per 25 minuti circa. Io gli ultimi due minuti faccio una passata di grill,cosi si forma una deliziosa crosticina.








Contorni, Senza categoria

Pomodorini esplosivi

27 febbraio 2013

POMODORINI ESPLOSIVI A KM 0 ( o quasi… )


Adoro i datterini. Soprattutto quelli che compro dal mio verduraio preferito, rossi e succosi, non mi tradiscono mai.
Comunque li cucino.
E stamattina mi,da quando mi sono svegliata,anche se mancano diverse ore alla cena,ho già in mente un sapore ben preciso…
Faccio colazione e già me li pregusto : pomodori al forno!
Di quelli laccati,insaporiti dal mio sale aromatico e tuffati in olio d’oliva nostrano. A km 0….o quasi…
Infatti adesso indosso le mie sneakers e corro a prenderli.


Ingredienti: 

300 gr circa di pomodori datterini belli sodi
Olio evo 
Sale aromatico home made( o sale,pepe,timo e 1 spicchio di aglio )
Burro 

Imburrate una teglia di ceramica( potete utilizzare anche quelle in acciaio,ma io dopo anni vi assicuro che come vengono nella ceramica imburrata…non ci sono paragoni! )
Lavate i pomodorini e tagliateli a metà. In una ciotola unite 3 cucchiai circa di olio evo con 2 cucchiaini da caffè di sale aromatico. Se non avete il sale aromatizzato tritate finemente l’aglio,unite sale pepe e un po’ di timo,va bene anche quello in polvere.unite i pomodori all’emulsione di olio e mescolate bene.
Adagiate i pomodori nella teglia a pancia in su,con la parte tagliata verso il basso. Non sovrapponeteli. Usate la teglia come unità di misura,una volta coperto tutto il fondo con i datterini fermatevi. Fate cuocere in forno già caldo a 180 gradi per 50 minuti circa. Toglieteli dal forno e una raffreddati serviteli in una cocotte con un filo di olio a crudo e qualche fogliolina di basilico fresco. Quando li assaggerete i pomodorini vi esploderanno in bocca con tutto il loro sapore!

ps. I pomodorini esplosivi potete servirli come contorno,oppure potete utilizzarli per fare dei crostini con del formaggio fresco o anche come condimento per la pasta. Io adoro mangiarli con la piadina e dell’ottima squacquerone,da vera romagnola
CONSIGLIA Polpette di tonno e patate