Browsing Category

Conserve e Sott’olio

Conserve e Sott'olio, Senza categoria

LATITANZA A OLTRANZA

1 maggio 2013

Continuo a latitare…colpa delle prime giornate di sole che invogliano a stare all’aria aperta,esperimenti di cucina che non vengono come vorrei e di un progetto che ancora non ha forma ma che riempie la mia mente e le mie giornate!
I giorni passano in fretta e io mi perdo tra mille ricette che vorrei realizzare ma che non vedono la luce…
Fino a ieri era così anche per i carciofini,ho atteso un inverno che arrivasse la stagione,li ho comprati la scorsa settimana e poi…non ho avuto nè tempo nè voglia di prepararli.
Fino a ieri.
Dopo una mattinata passata a respingere i sensi di colpa del carciofino sott’olio,all’ora di pranzo mi sono decisa : ora o mai più! Complice un’oretta libera e l’aria calda che riscalda la mia cucina e mi permette di tenere aperta la porta che da sul giardino.
Almeno tengo a bada le probabilità di morire asfissiata dall’odore dell’aceto in ebollizione!
Beh,non so se è stato l’aceto,ma mi sentivo quasi brilla!
La preparazione è lunga ma ne vale la pena,il puzzo di aceto praticamente insopportabile e l’attesa di una notte per permettere ai carciofini di asciugare sembra infinita…per non parlare della “stagionatura” di almeno un mese,meglio due…
Io sono per le cose più immediate di solito…
Ma quando li assaggerete capirete!!!
Buona Festa dei Lavoratori!


























































CARCIOFINI SOTT’OLIO



ingredienti :


2 kg di carciofini ancora da pulire 
3 spicchi di aglio 
2 rametti di rosmarino
origano essiccato
qualche fogliolina di menta e di salvia
1 litro di aceto bianco 
500 ml di acqua 
sale 
2 limoni
1 litro di olio di girasole circa
2 vasetti di vetro


Pulite i carciofi fino ad arrivare alle foglie più tenere.
Non abbiate paura di scartarli troppo,meglio carciofini più piccoli ma teneri!
Con uno spelucchino o un coltellino raschiate la parte finale poi tagliateli a metà. Mano a mano che li pulite,mettete i carciofini in una boule con acqua fredda e limone. Eviterà che si anneriscano. Quando avrete finito,preparate una pentola con 1 litro di aceto e 500 ml di acqua (alcune ricette prevedono anche il vino bianco,ma io non lo utilizzo). Aggiungete un pizzico di sale e portate a bollore. Mi raccomando,spalancate le finestre che non voglio avervi sulla coscienza!
A questo punto immergete i carciofini pochi alla volta,dipende dalla grandezza della vostra pentola. Comunque devono stare comodi,quindi vedete voi.
Aspettate circa 6/7 minuti,il tempo che sbiancano e poi pescateli con una ramaiola. Adagiateli su un canovaccio pulito con la parte tagliata verso l’alto. Ripetete fino all’esaurimento,vostro e dei carciofini…
Una volta finito,coprite con un altro canovaccio e aspettate,tutta la notte…
Il giorno dopo: 
In una ciotola capiente preparate un trito con le erbe aromatiche e tagliate a fettine gli spicchi di aglio. Uniteli al trito e poi tuffateci i carciofini. Mescolate bene e preparate i vasetti.
Io ne ho utilizzati due di diverse misure,voi organizzatevi con un pò d’occhio dalla quantità di carciofini che avete.
Riempite con i carciofini premendo bene per fare uscire l’aria,arrivate un dito sotto il bordo del vasetto.
Ora riempite con l’olio di girasole coprendo a filo i carciofini.
Chiudete e aspettate qualche ora. Vedrete che il livello dell’olio si sarà abbassato e dovrete rabboccarlo. 
Mi raccomando,non lasciate scoperto nessun carciofino,nemmeno una punta,altrimenti ammuffiranno. Richiudete e aspettate…almeno 1 mese perchè assorbano bene tutto il sapore delle erbe. Se avete pazienza anche 2 mesi. Ne varrà la pena! Quando arriva il momento di aprirli per me è una festa!

Ps. Io non faccio bollire i vasetti perchè li consumo subito (dopo i 2 mesi,chiaro) e anche perchè li sterilizzo prima di usarli facendogli fare un lavaggio ad alta temperatura nella lavastoviglie. Se non siete sicuri di mangiarli in breve tempo è meglio che li facciate bollire.



CONSIGLIA Polpette di tonno e patate