Comfort Food, Conserve e Sott'olio, i Dolci

UNA MELA AL GIORNO

3 febbraio 2016

Non ho mai avuto un buon rapporto con le mele.
A dir la verità pure da bambina non è che mi piacessero tanto.
A parte quelle selvatiche che crescevano sull’albero in giardino dai nonni.
Quelle mi piacevano perché le usavo per preparare la pappa alle mie bambole.
Mamma non voleva, diceva che era uno spreco ma nonna mi lasciava sempre fare.

Lasciala provare, diceva a mia madre.
Già allora il mio amore per il cibo cercava di scaturire fuori in qualche modo…
E’ rimasto sopito per anni per poi esplodere e non fermarsi più.
Anche perché io sono una curiosa innata.
Se conosco un cibo nuovo poi voglio prepararlo pure io!
Mi ricordo i primi tempi in cui io e mio marito siamo andati a convivere.
Lui, che dice che un dolce senza cioccolata NON è un dolce, si è dovuto sorbire intrugli di ogni tipo.
Anche un lassi indiano con il kiwi che ancora mi ricordo pure io.
E non per la sua bontà.
Comunque, tornando alle mele.
Per me mela ha sempre voluto dire malato e ospedale.
Quelle mele cotte dal color marron grigino che non invogliavano nemmeno uno che non mangiava da un anno intero.
Servite come conclusione del pasto, in un piattino bianco.
Popolano ancora i miei incubi culinari peggiori.

Credo che si possano contare sulle dita delle mani le mele che ho mangiato in vita mia.
Se contiamo anche lo strudel e qualche mela verde mangiata a morsi quando mi prende quella voglia di asprigno, otteniamo comunque un numero molto basso.
Se era per me a quest’ora eravamo ancora nel paradiso terrestre con Adamo.
Non credo mi sarei lasciata tentare da una mela.
Rossa e succosa e bella soda.
Oppure no?
Quando stamattina le ho viste nella cassetta di legno non ho saputo resistere… 
Facevano capolino così colorate in mezzo al grigiore invernale.
E così, da brava maniaca dello shopping compulsivo sono ritornata a casa con un bel sacchetto pieno di mele rosse.
Cosa farci però?
Mi sono sentita un po’ come quelle volte in cui ho comprato scarpe troppo piccole lasciandomi tentare dai saldi e dalla più che giusta motivazione che chiaramente non potevo farne a meno.
Torniamo alle mele va…

Le ho strofinate per bene con un canovaccio pulito fino a farle splendere.
Mi ricordo che mamma mi faceva lucidare la mela ogni volta prima di mangiarla.
Mi diceva che così era come quella di Biancaneve.
Ho pensato, lucidato e ripensato e poi ho deciso.

Ci farò una marmellata!
Da mangiare sul pane tostato, con un ricciolo di burro.
Proprio come quando ero bambina.
Accompagnato da una tazzona di caffè d’orzo per riprendermi dal freddo mattutino.
Stai a vedere che mi iniziano a piacere anche le mele.

MARMELLATA DI MELE IN CROCK-POT 10-2561

 

MARMELLATA DI MELE IN CROCK-POT
Una marmellata invernale buonissima
Write a review
Print
Prep Time
20 min
Cook Time
6 hr 30 min
Total Time
6 hr 50 min
Prep Time
20 min
Cook Time
6 hr 30 min
Total Time
6 hr 50 min
Ingredients
  1. 1 chilogrammo di mele rosse
  2. 130 gr di zucchero mascobado
  3. 1/2 cucchiaino di noce moscata
  4. 1 cucchiaino di cannella
  5. 125 ml di acqua
Instructions
  1. Sbucciate e togliete il torsolo alle mele.
  2. Tagliatele in fettine sottili e inseritele insieme all'acqua nella vostra slow cooker.
  3. Selezionate la modalità low e lasciate cuocere per 6 ore senza mai togliere il coperchio.
  4. Unite lo zucchero e le spezie alle mele e mescolate molto bene.
  5. Rimettete il coperchio e fate cuocere per altri 30 minuti.
  6. Invasate ancora calda in vasetti sterilizzati.
Notes
  1. Se la consumate in breve tempo non avete bisogno di sterilizzare i vasetti una volta riempiti.
Adapted from Honeyandjam
Adapted from Honeyandjam
La tagliatella ñuda https://latagliatellanuda.ifood.it/
MARMELLATA DI MELE IN CROCK-POT PicMonkey Collage

MARMELLATA DI MELE IN CROCK-POT 1-2512

MARMELLATA DI MELE IN CROCK-POT 8-2541

MARMELLATA DI MELE IN CROCK-POT 9-2545 

You Might Also Like

4 Comments

  • Reply tizi 4 febbraio 2016 at 10:15

    l’idea di usare il mascobado per fare la marmellata non mi era mai venuta, ma deve dare davvero un tocco in più e un profumo irresistibile… mi sa che te la copierò 😉
    e ti ruberei volentieri anche un cucchiaino di questa bella marmellata!

    • Reply la tagliatella nuda 4 febbraio 2016 at 17:57

      Questa ricetta mi è piaciuta subito, io adoro lo zucchero mascobado!
      Un abbraccio

  • Reply Alessandro 12 febbraio 2016 at 16:01

    Non ho mai provato la marmellata di mele..

    I miei calici

    • Reply la tagliatella nuda 3 marzo 2016 at 16:01

      Vedrai che ti conquisterà!

    Leave a Reply

    CONSIGLIA Polpette di tonno e patate