Gli Appetizer, Senza categoria

PROVARE PER CREDERE

24 ottobre 2013



Che gli americani fossero dei veri golosastri non è una novità,soprattutto per me,vorace divoratrice di programmi tv sull’american food. Una cosa l’ho capita ormai da tempo.

In fatto di barbecue non hanno niente da imparare,anzi sono ottimi grigliatori. Per non parlare poi di tutti quei piatti laidi (come direbbe Giorgione…) che propongono. C’è sempre un aggiunta stratosferica di ingredienti extra e salse burrose.
E le dimensioni! In America contano eccome! Le bistecche sono enormi,la verdura pare gonfiata con il palloncino,un semplice caffè è grande come una pinta di birra,i sandwich li friggono pure…
E si potrebbe continuare all’infinito.
Ora dieta a parte,chi non ha avuto l’acquolina almeno una volta di fronte a quei cibi grassi,unti e grondanti formaggio fuso?
Io sono una di queste. Non importa l’ora,se in tv passa un hamburgher succulento,mi viene subito fame e voglia di addentarlo.
E quando qualche giorno fa ho fatto conoscenza della meravigliosa Poutine come potevo esimermi dal prepararla?
Dal primo momento in cui l’ho vista (in tv) non ho fatto che pensare a lei! E pensa oggi pensa domani…ecco qui.
La mia poutine.
Tipico piatto Canadese,trattasi di patatine fritte aggredite con salse,formaggi e altre diavolerie. 
Non proprio concepibile da parte di un italiano,abituati come siamo alla dieta mediterranea.
Ma a questo punto al diavolo la dieta,stasera preparo la mia poutine contaminandola con sapori che partono dall’Italia,passano per il Messico,il Canada e la Tunisia. Per poi tornare in Patria.
Lo so,l’abbinata patate fritte – formaggio fuso – chili con carne non è tanto leggera ma è così buona!!!
L’avevo un po’ sminuita…”ma si sono solo patatine e formaggio…” dicevo.
E invece,mi sono dovuta ricredere. Quando la forchetta è affondata nel chili e nelle patatine al formaggio mi sono quasi commossa.
God Bless America. Ops,Canada!

























POUTINE CONTAMINATA



Ingredienti :



3 patate bianche del Montefeltro
Aceto bianco
1 litro di olio di semi di girasole
100 gr di Gorgonzola di Busterlengo
1 cucchiaino di Pasta di Harissa

Per il chili :

1 spicchio di aglio
1/2 cipolla 
1 peperone rosso 
1 peperone giallo
1 peperone verde lungo
500 ml di brodo di manzo
250 gr di spalla di maiale
250 gr di polpa di vitello
700 ml di passata di pomodoro
1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
sale
pepe
peperoncino frantumato
cannella in polvere
semi di cumino
olio evo
pasta di Harissa


Per la realizzazione del chili guardate qua,al momento di speziare le verdure unite però 1 cucchiaino di pasta di Harissa tunisina. È una pasta al peperoncino piccante usata per insaporire. Magari prima di unirla assaggiatela così potrete regolarvi a seconda del vostro gusto.
Potete preparare il chili in precedenza così da averlo già pronto quando dovrete assemblare la vostra poutine.
Iniziate pelando le patate,lavatele e tagliate a bastoncino.
Mettete a bagno in una ciotola con acqua e qualche cucchiaio di aceto bianco. Tenetele il più possibile così perderanno tutto l’amido in eccesso. L’aceto servirà a farle rimanere croccanti all’esterno ma morbide all’interno. Due ore sarebbero l’ideale.
Una volta pronte,scolatele e asciugatele con carta da cucina.
Scaldate abbondante olio in una pentola o in un wok se preferite e iniziate a friggere le patatine.
Devono essere belle dorate,ci vorrà un pochettino di tempo extra ma ne varrà la pena. Scolate dall’olio,adagiate su carta forno,combattete contro la voglia di mangiarle tutte e continuate a friggere il resto delle patate.
Nel frattempo accendete il forno a 180° gradi,vi servirà poi per far fondere il gorgonzola.
Prendete una pirofila da forno,adagiatevi qualche manciata di patate,il gorgonzola tagliato a cubetti e il chili caldo.
Infornate per circa 10 minuti,giusto il tempo che il formaggio fonda. Gustate ancora caldo ma attenzione alle ustioni!








Con questa ricetta partecipo al Contest di Vaty, Contaminazioni

You Might Also Like

7 Comments

  • Reply la cucina della Pallina 24 ottobre 2013 at 8:54

    meno male che c'è fb! non avevo il tuo blog su bloglovin 🙁
    meglio tardi che mai….ma sai è l'età 😛
    Ps bella questa contaminazione!
    raffaella

    • Reply latagliatellanuda 24 ottobre 2013 at 11:08

      W fb allora Raffaella! Piaciuta la poutine contaminata???
      Adesso controllo anche io su blogloving,io sono troppo stordita!!
      Un bacione!

  • Reply Vaty ♪ 24 ottobre 2013 at 9:20

    tesoro, ho ricevuto i tuoi (4) commenti! Tu non li vedi perchè il post ha superato i 200 commenti, ma non ti preoccupare, che ho ricevuto le notifiche ed eccomi qui!
    Sei una forza della natura, te l'ho già detto vero? Gli americani sono davvero superlativi (parla una che ha sempre provato odio-amore!) ma tu di più: "E le dimensioni! In America contano eccome! " ;D ;D ;D
    Facendo la "seria", confesso che non conoscevo affatto questo piatto ma leggendo questo mix di ingredienti, credo che sia una vera golosità! il chilli .. poi.. hhhmm!!
    ps e le foto cosi "baciate" dal sole? MOLTE BELLE.
    Grazie Eli per aver partecipato, inserisco subito e ti faccio un grosso in bocca al lupo :*

    • Reply latagliatellanuda 24 ottobre 2013 at 11:07

      Hai visto?? Ho fatto un po' di confusione nei commenti!!! Sorry!!!
      Sono contenta che la poutine ti sia piaciuta,così come le foto!!!
      Crepi il lupo e complimenti per il contest,è bellissimo!!!

  • Reply Mirtillo E Lampone 24 ottobre 2013 at 14:16

    Bbooooona! Non la conoscevo ma così a occhio mi fa ricordare la "francesinha", un piatto tipico portoghese, tutto strapieno di tutto..una cosa che a mangiarla ha dell'incredibile!
    Tesorina mia che belle foto che fai! ♥

    • Reply latagliatellanuda 24 ottobre 2013 at 17:26

      Berry!!!! Io non conosco la francesinha,ma adesso mi informo subito!!
      Un bacio grande!

  • Reply Claudia Bonera 29 ottobre 2013 at 20:16

    Ciao, arrivo da te grazie al contest "Contaminazioni" al quale anch'io partecipo. Complimenti per il tuo blog, mi sono unita ai tuoi lettori e mi piacerebbe tanto che tu facessi altrettanto.
    A presto, Claudia
    http://www.lacucinadistagione.blogspot.it/

  • Leave a Reply

    CONSIGLIA Pasta e lenticchie