i Dolci, Senza categoria

APOCALIPSE NOW

26 giugno 2013

Rimini,24 luglio 2013 ore 16.00 locali.
Nuvoloni neri offuscano questa giornata di giugno.
Un caldo afoso e un temporale in arrivo.
“Sei sicuro che vuoi uscire in motorino?” chiedo a mio marito.
“Ma si,tanto non farà niente.”
Avete presente le ultime parole famose???
16.30 Inizia a piovere seriamente,chicchi di grandine grossi come un pugno flagellano qualunque cosa trovino sul loro cammino.
Armata di casco e giubbotto esco in giardino e metto al riparo le mie adorate piante tutte sotto la tavola,solo il pomodoro entra in casa con me…20 datterini verdi non si possono assolutamente trascurare.
Intanto il traffico è andato in tilt,l’acqua scende copiosa insieme alla grandine,rami di alberi in mezzo alla strada,ambulanze con le loro sirene urlanti,cercano di farsi spazio tra le auto,i raccoglitori della spazzatura che navigano solitari in mezzo a quel fiume d’acqua.
Mia nonna me lo aveva raccontato tante volte,LA FIUMANA…quando le case riminesi vengono invase dalle acque.
A Rimini quando piove,sul serio,non è raro che le case del centro si allaghino.
(Purtroppo il sistema fognario non è adeguato).
Ma LA FIUMANA erano anni che non la faceva.
Ieri in 50 minuti scarsi sono caduti dal cielo 140 mm d’acqua.
Un evento così raro che non se ne ha memoria prima del 1920.
Vi ho detto tutto…
Io abito sulle prime colline riminesi,tutta discesa fino a Rimini centro.
E ieri,alle 17.30 la mia cucina era sommersa da un ginocchio d’acqua.
Guardavo fuori dalla finestra il caos più totale avvolgermi completamente,la strada davanti casa diventata fiume,fango e detriti trascinati dalla corrente.
La situazione sul retro non prometteva niente di buono,i giardini diventati lago e l’acqua che saliva sempre di più.
Salgo al piano di sopra, e ringrazio il cielo di aver speso quella fortuna per quei griffatissimi stivali da pioggia (sapevo che sarebbe seriamente tornati utili,prima o poi). Stivali e OGNI SINGOLO ASCIUGAMANO,COPERTA E STRACCIO CHE RIESCO A RECUPERARE. PURE GLI ACCAPPATOI…e via,stacco la luce e in una penombra surreale per essere pomeriggio,mi immergo nell’acqua fangosa che inonda la mia cucina. Spero di arginare,tamponare,NON LO SO COSA STO FACENDO…comunque le coperte galleggiano nell’acqua torbida e io vado nel panico.
Mi occupo della porta principale,ma da li nemmeno una goccia…per fortuna,fuori c’è ancora un mare d’acqua.
Avvilita e attonita non posso fare altro che guardare impotente la mia cucina.
Panico totale,tral’altro mio marito non risponde al cellulare e io non so più cosa fare e pensare.
E’ stato angosciante dover aspettare che l’acqua defluisse.
Intorno alle 18.00 uno spiraglio,l’acqua finalmente cominciava a scendere.
Si,verso la città purtroppo…(A casa della mia adorata nonnina,l’acqua ha invaso strade e case fino a tarda sera quando i vicini si sono attivati a pompare via l’acqua  da tutte le case).
Io sono riuscita ad uscire nella tormenta, e con lo scopettone in mano spingere l’acqua verso i tombini. Tutta i vicini stavano facendo lo stesso. 
In mezzo a questo casino,mio marito torna con il motorino…solo lui sa come ha fatto a guidare fino a casa.
In cucina l’acqua sta piano piano scendendo,rimane solo tanto fango e ore e ore di pulizia estrema. Lavatrici e asciugatrici per tutta la notte e una mattina passata a togliere il fango dal giardino. E volete sapere una cosa?
Dopo una giornata di sole a picco,ora sta piovendo di nuovo…speriamo bene.
Cerco di non pensare al disastro di ieri,e rivado con la mente al caldo della Thailandia…
Sono in spiaggia…sabbia borotalco in questa meravigliosa isola,Koh Lipe.
Cielo azzurro e acqua cristallina e Lei.
La vecchina dei dolci.
Una piccola vecchia thailandese,in testa un vassoio stracolmo di dolci.
Ecco,se chiudo gli occhi la sento ancora…la sua voce che cantilena :
Ananas,coconut,cinnamon…
E allora sia,facciamo i cinnamomo rolls…anche perché l’impasto era pronto già ieri nel pomeriggio,ma capirete,sono stata impossibilitata a cucinarli.
Almeno l’impasto è lievitato per benino!


Leggerezza a parte,a Rimini è successo un vero disastro,1 morto,case e garage allagati,negozi e magazzini con merce da buttare,raccolti andati in fumo. Ma noi siamo riminesi,non ci lasciamo abbattere da niente. Io me la sono cavata con un bello spauracchio e pochi danni,ma un pensiero va a chi ha perso ben di più.


CINNAMON ROLLS RITARDATARI


ingredienti per l’impasto :

750 gr di farina
75 gr di burro 
60 gr di zucchero
200 ml di latte
5 gr di lievito di birra fresco
3 uova
sale

ingredienti per la farcia :

30 gr di burro
50 gr di zucchero di canna
20 gr di farina
1 cucchiaio di cannella in polvere


Fate sciogliere il lievito in un cucchiaio di latte.
In un pentolino sciogliete il burro e fatelo freddare.
Setacciate la farina e mettetene la metà in una ciotola,aggiungete 1/2 cucchiaino da caffè di sale,e lo zucchero.
Mescolate bene con l’aiuto di un cucchiaio di legno e unite il lievito e poco a poco il latte. Ora aggiungete le uova e continuate a mescolare,unendo la farina che avevate messo da parte fino ad ottenere un composto sodo.
Infarinate una spianatoia e lavorate l’impasto per circa 10 minuti.
Dovrà risultare elastico e liscio.
Riponete nuovamente nella ciotola infarinata,coprite con una pellicola e fate lievitare. (Io utilizzo poco lievito di birra e lascio lievitare più a lungo. Circa 4 ore,poi ieri per via delle circostanze l’ho riposto in frigorifero fino a questa sera.
E’ triplicato!).
Quando l’impasto avrà almeno raddoppiato le dimensioni,cominciate a tirarlo con un matterello fino a ottenere una pasta quadrata,spessa 1/2 cm.
Ora sciogliete nuovamente il burro,e fate raffreddare.
Unite la farina,la cannella e lo zucchero in una ciotola.
Spennellate con il burro fuso la superficie della vostra pasta e spolverate con il composto zuccherato.
Coprite completamente e arrotolate la pasta su se stessa,bella stretta. Fate aderire il bordo della pasta aiutandovi con le mani. Tagliate il salsicciotto in 10 dischi spessi due dita,adagiateli sdraiati,ben distanziati su carta forno spennellata con il burro fuso e coprite con un canovaccio umido. Lasciate lievitare per 1 ora circa. Scaldate il forno a 190° e cuocete per 20 minuti circa. Per controllare la cottura aiutatevi con uno stuzzicadenti,inseritelo al centro dei vostri cinnamon rolls. Se uscirà pulito saranno cotti.
Lasciateli raffreddare su una griglia. Glassateli con dello zucchero fondente o semplicemente della glassa all’acqua.





Con questa ricetta dolce partecipo a Get an Aid in the Kitchen del blog Cucina di Barbara

You Might Also Like

6 Comments

  • Reply Roberta 27 giugno 2013 at 10:05

    Ragazza, mi si stringe il cuore a pensare alla tua paura, al tuo sconforto, alla tua impotenza in quelle ore…..eventi così, che ci colpiscono nella nostra quotidianità più sicura e protetta, sono delle vere bombe. E rivado con il pensiero all'alluvione che ci ha colpito in Maremma a fine ottobre, ai danni, ai morti, e a tutto il resto. E mi sento così piccola. Piccoli, ma tenaci, e così si ricomincia, con un contest e che contest signora mia, ti sei trattata bene eh!!! 🙂
    In bocca al lupo!!!!!

    • Reply latagliatellanuda 27 giugno 2013 at 14:30

      Hai colto nel segno! Ero sola e impotente! Per fortuna so nuotare…
      Rimini si rimetterà anche da questa alluvione come avete fatto voi!!
      Hai visto che contest??? Parto con grinta eh?!? Crepi il lupo!
      Un abbraccio! ; )

  • Reply Berenice Boncioli 27 giugno 2013 at 10:32

    Quando ho letto questa notizia mi sono spaventata tantissimo, a Rimini ho veramente tanti amici e mi sono preoccupata…come dice la Roby anche in Maremma è successo lo stesso, sono disastri a cui andiamo incontro purtroppo sempre più spesso, la nostra terra ha subito tantissimi danni e speriamo che anche Rimini reagisca come sempre fanno i Romagnoli, rimboccandosi le maniche! Tu non so come e dove hai trovato il coraggio di provare ad arginare l'acqua, deve fare una paura tremenda…ti abbraccio stella, fortissimo!

    • Reply latagliatellanuda 27 giugno 2013 at 14:35

      E' la terra che si ribella Berry!! Spero che i tuoi amici riminesi stiano bene!!!
      Mamma ho avuto una paura…veder l'acqua salire sempre di più nella tua adorata cucina è terribile,già mi vedevo buttare tutto,frigo,asciugatrice..forno,tutto insomma! E poi il pensiero "E sa sale ancora?" che ti attanaglia…pensa che 3 anni fa l'avevo sognato! La mia via tutta un fiume di fango!!! Me lo ricordo bene perchè è stato il giorno del mio primo tatuaggio grande!
      Comunque ora è passata e Rimini si prepara al più grande evento dell'anno…La Molo Street Parade…Non sarò con voi a Firenze,ma penso che mi divertirò sai?
      Un abbraccione tesoro!

  • Reply Barbara Lechiancole 1 luglio 2013 at 13:19

    Scusami con il ritardo con cui passo da te! Ti ringrazio moltissimo per partecipare a Get an aid in the kitchen 🙂
    Un abbraccio e buona settimana,
    Barbara

    • Reply latagliatellanuda 2 luglio 2013 at 22:57

      Ciao Barbara,è un piacere partecipare al tuo contest!
      Buona settimana anche a te,baci
      Elisa.

    Leave a Reply

    CONSIGLIA Pasta avocado e pomodorini