PRIMI PIATTI, Senza categoria, Zuppe

C.C.M.M.

24 aprile 2013

Eccola qua. E’ iniziata la fatidica stagione…
Chiamata anche la stagione dei malvestiti.
Siamo pronti a scoprirci e esporre la pelle candida al sole invitante ma quest’aria fredda proprio non se ne va.
Per non parlare degli sbalzi di temperatura.
Freddo al mattino,caldo al mezzodì e di nuovo freddo la sera.
Fregarsi è un attimo.
Quindi, Cosa Cavolo(per renderlo più fine…)Mi Metto?
Anche voi queste mattine ci mettete un’eternità a decidere come vestirvi? Perchè è caldo,ma all’ombra no…e poi se piove?
Insomma ti vesti troppo è caldo,ti vesti poco ed è freddo!
Mmmmm…alla fine la mia nonna ha sempre ragione,tocca fare come dice lei : vestirsi a strati!
Maglietta,felpa,giubbotto (che serve tipo 15 minuti poi è di ingombro per tutto il giorno).
Il caldo aumenta e un capo se ne va…fino a rimanere in t-shirt con le braccia nude bianchicce che fanno capolino.
Gli strati…a me fanno pensare subito alla cipolla e infatti,per essere sincera,mia nonna lo chiama proprio “vestirsi a cipolla”.
E allora fresca di Toscana e aaproffitando dell’aria fresca che 
si alza sul far della sera,ho deciso : stasera zuppa di cipolle!
Come sempre a modo mio.
























LACRIME E RISA

(Risa,si perchè quando taglio le cipolle e naturalmente piango mi viene sempre da ridere…per la serie siamo normali)


ingredienti :


1 confezione di fazzolettini per le lacrime,serviranno!
2 cipolle dorate 
1 cipolla rossa di Tropea
500 ml di brodo vegetale
40 gr di burro
2 cucchiai di farina
1 rametto di rosmarino
olio evo 
sale e pepe

per guarnire : 

olio evo
crostini di pane 
pecorino stagionato 


Affettate le cipolle finemente. Sono validi tutti gli stratagemmi possibili : coltello super affilato,coltello in ceramica,acqua corrente fredda e addirittura occhialini da piscina…Io uso il coltello in ceramica e lo sciacquo in acqua fredda ogni 3/4 tagli.
Ora scaldate in una casseruola 3 cucchiai di olio e unite il burro. Aggiungete tutte le cipolle. 
Salate e pepate e unite gli aghi di rosmarino. 
Fate cuocere per circa 10 minuti a fuoco medio unendo un cucchiaio di brodo se asciuga troppo.
A questo punto aggiungete la farina mescolando bene e coprite con il brodo (io ne ho usato 400 ml).
Coprite con un coperchio e fate cuocere piano piano per 1 ora,io avevo tempo e ho prolungato la cottura per altri 45 minuti. Comunque cuocete fino a quando le cipolle saranno stufate,devono quasi disfarsi.
Servite calda con un filo di olio a crudo e crostini di pane tostati…opzionale il formaggio grattugiato,ma io lo consiglio vivamente!



You Might Also Like

6 Comments

  • Reply Mariangela Circosta 24 aprile 2013 at 13:41

    La primavera è in effetti una stagione molto strana e bisogna stare molto attenti agli sbalzi! Complimenti per la ricetta, le cipolle mi piacciono moltissimo!

    • Reply latagliatellanuda 24 aprile 2013 at 19:01

      Anche io le adoro!! Ti dirò che cotta così a lungo non è nemmeno risultata pesante…
      Un bacio

  • Reply Patty Patty 24 aprile 2013 at 16:25

    Elisa io adoro la zuppa di cipolla!!! Sei fantastica che metti fra ingredienti la confezione di fazzolettini… sto ancora ridendo da matti! Un bascione!

    • Reply latagliatellanuda 24 aprile 2013 at 19:04

      Hai visto? Senza fazzoletti già pronti giro in cucina con gli occhi pieni di lacrime!!! Per cui ora mi premunisco prima!
      Un bacione!

  • Reply Angie 29 aprile 2013 at 12:05

    Con il tempo che c'è oggi a Torino – pioggia, freddo e vento- una zuppa calda e confortante come questa ci vorrebbe proprio!!

    • Reply latagliatellanuda 29 aprile 2013 at 16:02

      Noooo ancora pioggia? A Rimini per fortuna oggi sole,velato ma c'era!!!
      Ps. Io la zuppa di cipolle la potrei mangiare anche con 40 gradi! Mi piace troppo!

    Leave a Reply

    CONSIGLIA Polpette di tonno e patate